La domotica per le luci di Natale

le luci di Natale gestite con la domotica

Tra i mille pensieri negativi di questo 2020 è arrivato comunque Natale con la sua atmosfera e le sue… luci. E quando si parla di illuminazione, a noi appassionati di domotica scatta la curiosità sulle ultime novità e la loro riproducibilità.

Ti sarà capitato di vedere qualche video online in cui le luci di Natale sono a livelli altissimi. Se ti stai chiedendo se sia possibile riprodurre quegli effetti attraverso il tuo sistema domotico… sì, possiamo confermare! A patto che durante la progettazione sia stata lasciata aperta una parte di domotica. Questo è il momento di interagire proprio con questi componenti per implementare:

  • lo scenario luci,
  • le lampadine intelligenti,
  • la routine di Alexa o del tuo Smart home speaker di riferimento.
Qui siamo a un livello di automazione “per spettacoli” che, pur facendo parte del nostro background, ti sconsigliamo per un Natale low profile 🙂

Per rendere il tuo Natale più tecnologico puoi inserire automazioni, scenari e altri suggerimenti tecnici per portare il tuo spirito natalizio alle stelle! E dare inizio alla sfida con il vicinato! 🙂

Prese intelligenti in abbondanza per accogliere Babbo Natale!

Se fai parte di quella folta schiera di persone che si dedica all’accensione e allo spegnimento delle luci di Natale a mano, queste indicazioni ti saranno utili! Non serve spendere molti soldi per procurarsi una discreta collezione di prese intelligenti. Su Amazon o nella GDO troverai prese il cui prezzo è compreso in un range molto ampio.

Si possono sincronizzare in modo che il tuo Smart home speaker riesca a comandarle. Si potrà distinguere tra luci interne ed esterne e creare anche un gruppo generico che le comandi in toto. In questo modo, con un semplice comando tipo: “Ehi Google, accendi le luci dell’albero di Natale” o “Alexa, accendi le luci di Natale in giardino” si attiverà la “magia”… per grandi e piccini.
Creare giochi di luci è solo una delle infinite possibilità per sbizzarrirsi sotto Natale. Che si tratti del presepe che necessita dell’attivazione di piccoli ingranaggi o di un pupazzo di neve gonfiabile che ha bisogno del compressore per gonfiarsi… si può fare tutto!

Non solo luci: come creare l’atmosfera natalizia in casa

Gli scenari natalizi sono molteplici ma partendo da un po’ di musica, non si sbaglia! Il vecchio Cd con tutti i successi di Natale è stato già ampiamente sorpassato da YouTube o dalle playlist di Spotify. Ma per dare un tocco in più, si può chiedere ad Alexa di “Suonare canzoni dei vecchi tempi” per stupire la nonna o di far partire la “Selezione di canzoni di Natale Disney” per accontentare i bambini.

Per impressionare la famiglia (per quest’anno incontrare gli amici sembra molto improbabile) si possono impartire ordini “natalizi” al proprio controller. Con un generico “Alexa, buon Natale” si possono far partire tutte le luci di Natale, far diventare rosse un paio di lampadine intelligenti e godersi un Jingle Bells eseguito con il pianoforte.
Per un effetto wow! si può chiedere ad Alexa o a Siri di personalizzare gli auguri inserendo i nomi dei componenti della famiglia a cui dedicarli.
Coup de théâtre… l’accensione della tv! Collegata a Chromecast, riprodurrà un video di YouTube con un caminetto acceso. E si conquisteranno anche i più scettici!

E per chi vuole la prova del passaggio di Babbo Natale?

I piccoli di casa crescono troppo in fretta, mettendo in dubbio tutto, compresa l’esistenza di Babbo Natale?
Una telecamera di sicurezza intelligente posizionata con cura, combinata con un costume economico, dovrebbe essere sufficiente per “provare” ai bambini che, in effetti, durante la notte hanno ricevuto visite.
A completare tutto, si potrebbe mandare in play al risveglio un messaggio registrato dall’omone in persona.

Questo post è un po’ diverso dal solito: speriamo di averti strappato un sorriso e cogliamo l’occasione per farti i nostri migliori auguri di buone feste! ❤️