Impianti di allarme: più intelligenza e più sicurezza

Gli impianti di allarme intelligenti sono tra i più fedeli alleati di chi sta progettando la propria casa domotica.
Anche chi non prevede di far installare un antifurto, spesso entra in una casa che ha la predisposizione per installarlo in un secondo tempo. Ed è possibile sfruttarne l’infrastruttura per applicare alla casa il modello intelligente di un impianto domotico. Facendo comunicare, tra loro, gli elementi costitutivi dell’abitazione.

L’impianto dedicato al sistema antifurto, a differenza di altri, è quello che si presta maggiormente a trasformare la casa in una casa smart. La sua composizione, ricca di sensori, restituisce un alto numero di informazioni. Sta alle capacità dei progettisti utilizzarle a favore del cliente.

I sensori degli impianti di allarme prestati alla domotica

A differenza degli impianti elettrici tradizionali, che forniscono soprattutto informazioni grazie alla presenza di pulsanti e sensori di movimento, gli impianti di allarme, attraverso altri tipi di sensori, si prestano a condividere con il resto dell’abitazione, dati utili ad una casa Zero Click!
Tra i più comuni, elenchiamo quelli relativi a:

  • sensori di presenza,
  • tastiere e App,
  • comunicazioni sullo stato degli infissi,
  • presenza di telecamere in grado di riconoscere persone, animali, auto ed eventi.

I sensori sono distribuiti in tutta la casa e permettono di ottenere dati splamati sull’intera metratura della proprietà. Dal punto di vista della sicurezza si tratta di un cambiamento epocale, poiché viene scoraggiata qualsiasi situazione di pericolo. Sia all’interno della casa che nell’area esterna.

Applicare il concetto di casa a Zero Click! usando gli impianti di allarme

In Italia circa l’80% delle persone vive in un immobile di proprietà. E secondo un’indagine Doxa di qualche anno fa, 4 italiani su 10 considerano la casa un rifugio dal mondo esterno.
Non è difficile capire quanto sia importante scoraggiare le situazioni di pericolo, aumentando la sicurezza della famiglia. E dei beni materiali.
Grazie all’intelligenza artificiale si può sfruttare la presenza delle telecamere del sistema di allarme per mettere in atto azioni dissuasive, distrattive e preventive.

Che sia attraverso il controllo delle tapparelle o l’attivazione random del sistema di illuminazione per simulare la presenza di qualcuno in casa, la casa Zero Click! sa come comportarsi per scoraggiare attacchi esterni. La sua indole proattiva emerge per andare incontro alle esigenze di chi è spesso fuori per lavoro e vuole, giustamente, sapere cosa succede in casa.

Come tenere sotto controllo l’area del giardino

La proprietà esterna, indipendentemente dalle sue dimensioni, ha bisogno di essere tenuta sotto osservazione. Certo, ricevere una notifica sulla App, dal proprio antifurto è sempre fonte di stress. Ma non riceverla… è peggio!
Ecco che il giardino diventa quindi un “sorvegliato speciale“. Si tratta comunque del primo punto di approccio per chi si avvicina all’abitazione.

Grazie al sistema di videosorveglianza è possibile controllare chi varca il perimetro del giardino, anche se è ancora lontano dall’abitazione. Può trattarsi del giardiniere, di un manutentore occasionale… o del gatto dei vicini. In ogni caso è bene che il sistema segnali la presenza delle persone, scindendola da quella degli animali.
I nostri sistemi riducono i falsi allarmi. Se in giardino sta passando il gatto, si potrà “far finta di niente” ma, riconoscendo nell’intruso le fattezze di una persona, il sistema notificherà tramite App e invierà le immagini registrate dalle telecamere.

Come dissuadere i malintenzionati grazie all’intelligenza domotica

Per aumentare la sicurezza familiare è possibile impostare una serie di azioni per rendere la vita dura ai ladri.
Si possono collegare i fari del giardino al sistema di antintrusione. Nel momento in cui qualcuno scavalca la recinzione, si accenderanno puntando l’attenzione proprio sul novello Arsenio Lupin.
Anche in questo caso è possibile chiedere al sistema domotico di riconoscere se si tratti di uno sconosciuto o… di uno dei figli che ha ignorato il coprifuoco!
Si può evitare di far scattare l’allarme, ma la notifica sull’App dello smartphone, non mentirà.

Le notifiche relative agli impianti di allarme ti possono arrivare comodamente sullo smartphone

La segnalazione di anomalie dentro casa tiene al sicuro tutta la famiglia

A compromettere la serenità familiare non è solo lo spettro di possibili malintenzionati. Nel 2020 ci sono stati oltre 3 milioni di infortuni tra le mura di casa e tra i principali imputati ci sono cadute, ustioni, intossicazioni e soffocamenti.
Poter contare su sensori di allagamento, di fumo o di temperatura permette di limitare i danni. E una casa che può anticipare pericoli, dissuadere malintenzionati e avvisare per tempo in caso di problemi, è un’alleata che permette di vivere più sereni.

Sicurezza significa anche intervenire tempestivamente in caso di un locale allagato o denso di fumo. Gl impianti domotici di Progetta la Domotica possono segnalare problemi intervenendo nell’immediato. Sono in grado di chiudere la valvola dell’acqua o staccare l’alimentazione di un elettrodomestico compromesso.

La casa notifica quando le serve manutenzione

L’impianto domotico necessita di una costante manutenzione ma la cosa positiva è che è possibile fare in modo che sia proprio la casa (o lo stabilimento interessato) a rendere noto il momento giusto in cui effettuare la sostituzione di componenti obsoleti o guasti.
Si può trattare delle lampadine in esaurimento o, nel caso di uffici o negozi, della verifica periodica dei serramenti ogni 100.000 aperture. L’immobile intelligente saprà rendersi utile comunicando le informazioni necessarie per mantenere l’efficienza promessa.

Svantaggi nell’uso del sistema di antifurto per il controllo della casa

Il sistema antifurto è, per sua natura, centralizzato. Questo significa che tutto fa capo alla centralina e se c’è un’anomalia si ripercuoterà, a cascata, su tutti gli elementi ad essa collegati.
Ci sentiamo comunque di considerarlo un’ottima opzione perché il suo “svantaggio” è facilmente risolvibile. Attraverso una corretta e regolare manutenzione si potrà godere di tutti i vantaggi di un sistema di allarme efficiente e di tutti i benefici “domotici” ad esso connessi.

La tua casa Zero Click! potrebbe prendere vita proprio partendo da quella “predisposizione antifurto” la cui importanza ti era sembrata… trascurabile!
Se desideri scoprire in che modo muoverti per avviare la progettazione della tua prossima casa domotica, puoi contattarci per una prima chiacchierata. Saremo lieti di illustrarti i passaggi per procedere con la realizzazione del tuo sogno!