Casa passiva con integrazioni domotiche

Il Comune di Chieri, sulla collina torinese, è culla di una bellissima casa passiva, una delle prime in Piemonte. Una sfida architettonica ambiziosa capitanata dall’Architetto Fabrizio Giraud, progettista architettonico ed energetico di RossoMattone. Noi di Progetta la Domotica siamo particolarmente affezionati a questo progetto, perché ci siamo occupati dell’implementazione domotica.
Si tratta di una villa indipendente di 150 m² posti su due piani, dall’architettura contemporanea con ampio giardino e piscina a sfioro. Studiata nei minimi particolari, nasce nel 2017 e si distingue per le sue caratteristiche tecnologiche e per le alte prestazioni energetiche. Un edificio ecosostenibile analizzato come case history da studenti di Ingegneria del Politecnico di Torino ed esperti del settore.

La casa passiva (Passivhaus secondo il termine originale di lingua tedesca) è un edificio energeticamente autonomo, che copre da sé la maggior parte del fabbisogno energetico per riscaldamento e raffrescamento ambientale.
La certificazione internazionale Passivhaus descrive uno standard e non una specifica modalità costruttiva. Si ottiene, a costruzione ultimata, con verifiche che decretano la sostenibilità dell’edificio. Grado di coibentazione termica, qualità dell’isolamento degli infissi, tenuta all’aria e ventilazione controllata con recupero di calore ad alta efficienza.

Passivhaus è uno standard riconosciuto a livello internazionale per l’architettura sostenibile

Il ruolo della domotica nella casa passiva di Chieri

Il lato tecnologico e innovativo di questa abitazione è emerso anche nella sua implementazione domotica. Il nostro Team è intervenuto su diversi aspetti che possiamo riassumere così:

  • automazione delle tende,
  • integrazione tra casa e gestione termica,
  • sistema di antintrusione,
  • gestione elettrica relativa a cancelli e videocitofono remoto,
  • impianto audio multiroom,
  • semplificazione della gestione cantiere.

Il controllo automatizzato delle tende intelligenti

Il cliente desiderava poter controllare le tende perché l’abitazione possiede delle finestre molto grandi. Durante le belle giornate le ampie vetrate favoriscono l’accumulo del calore prodotto dal sole, cosa molto importante per una casa passiva ma, altrettanto fastidiosa per chi vive al suo interno.
Le tende intelligenti sono state così la nostra proposta. Un sistema in grado di alzare e abbassare le tende, a seguito di un controllo incrociato tra presenza di Attori e necessità dell’abitazione.

Siamo particolarmente legati a questo intervento che ci ha permesso di esaudire uno dei desideri dei proprietari: potersi alzare e vedere l’alba dalle vetrate della zona giorno. Poter sorseggiare il primo caffé al cospetto del sorgere del sole era una richiesta emersa durante i primi colloqui con i proprietari.
E così al mattino le tende si alzano automaticamente, appena il sole fa capolino per augurare buongiorno.

Le ampie vetrate regalano tanta luce e calore naturali

Le tende intelligenti capiscono le esigenze della casa

Il sistema domotico che regola le tende riconosce se in casa sono presenti persone e dà ascolto ai segnali provenienti dall’impianto termico.
Quando in casa non c’è nessuno, e l’abitazione stessa ritiene di aver bisogno di più calore per raggiungere la temperatura ottimale entro l’orario prestabilito, le tende vengono “allertate” e si alzano in autonomia. Questo permette alle finestre di incamerare calore utile.
Una volta raggiunto l’obiettivo, le tende si abbassano per proteggere la casa dalla dispersione del calore ottenuto.

La casa passiva, per le sue caratteristiche, tende ad immagazzinare calore. In inverno, quando fa più freddo, le tende intelligenti si muoveranno per permettere alle grandi vetrate di raccogliere il calore che servirà a regolare la temperatura della casa. Meglio scaldarla meno, prendendo ciò che ci regala il sole.
In estate, la necessità di tenere giù le tende sarà maggiore: così per mantenere la casa più fresca le tende si autoregoleranno, stando aperte nelle ore più fresche e chiuse in quelle più calde. Con le dovute differenze in base alla disposizione delle stanze e ai desideri degli Attori che abitano la casa.

Gli Attori che abitano la casa passiva vengono agevolati dalle tende smart

Quando i proprietari sono presenti in casa, se la luminosità risulta per loro troppo fastidiosa, le tende si abbassano seguendo la rotazione del sole, in modo da proteggerli sempre da un’eccessiva esposizione ai raggi solari. Questo è possibile grazie ad un sistema che combina la geolocalizzazione della casa alla presenza di sensori di luminosità.
L’utente può sempre controllare le tende anche in modo manuale e, se il sole colpisce le vetrate in modo piacevole, decidere di tirare sù le tende per accogliere più calore e luminosità possibile.

La casa si sviluppa su due piani ed è caratterizzara da un design minimale

L’impianto termico e il supervisore domotico nella casa passiva

L’impianto termico, a marchio Nilan, è stato scelto prima del nostro arrivo. Il nostro obiettivo è stato quello di concordare l’uso del protocollo modbus, (che regola la connessione fra dispositivi elettronici) e a quali informazioni accedere. Abbiamo potuto così scambiare dati tra casa e sistema domotico, senza disturbare l’intelligenza dell’impianto termico già esistente.

L’impianto termico della casa passiva di Chieri soddisfaceva a pieno le esigenze del cliente. Noi siamo intervenuti offrendo una gestione intelligente delle tende.
Quando gli utenti non sono in casa il nostro dispositivo si prodiga per fare in modo che, al loro ritorno, vengano accolti da una sensazione di comfort legato alla temperatura percepita.

Attraverso un’unica interfaccia di comando, personalizzata in base alle esigenze degli Attori coinvolti, il nostro supervisore domotico è in grado di gestire il controllo dei sensori di luminosità e la parte software di comunicazione tra impianto termico e tende.
Il controllo dei sensori e il software che gestisce le tende non sono funzionalità proprietarie dei prodotti installati. Sono stati sviluppati ex-novo dal nostro Team, appositamente per la casa passiva di Chieri. La possibilità di muoverci in autonomia è data dal fatto che, all’interno di Progetta la Domotica, sono presenti competenze informatiche ed elettroniche uniche nel panorama degli installatori.

Il controller da cui è possibile gestire tutte le implementazioni domotiche

Abbiamo lavorato fianco a fianco con il progettista termico

Sin dall’inizio dei lavori, quando è stato possibile, abbiamo sfruttato l’analisi dei dati scambiati tra i diversi impianti per inserirci, in modo indolore, con la nostra componente domotica.
Per noi è sempre stato importante lavorare in modo tale da non compromettere il lavoro svolto dagli impiantisti termici. Trattandosi di una casa passiva, un errore avrebbe potuto mettere a rischio la possibilità di ricevere la certificazione energetica come Passivhaus, perciò abbiamo strutturato i nostri interventi sull’impianto termico, in base allo spazio di manovra lasciatoci dal progettista che li ha realizzati.

Attualmente il nostro intervento sull’immobile è circoscritto alla manutenzione attiva. Gli aggiornamenti annuali dei sistemi non richiedono interventi in presenza. Ma se si presentassero dei problemi, legati alla routine quotidiana, verremmo avvisati dal sistema, prima ancora che lo facciano i proprietari dell’abitazione.

Siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di questa casa. Ma la soddisfazione maggiore ce la regala il sorriso dei clienti quando ci raccontano quale fortuna sia, per loro, potersi alzare e assistere al sorgere del sole.
Se anche tu hai un sogno da realizzare nel tuo prossimo progetto domotico, noi siamo a disposizione. Siamo curiosi e ci piace ascoltare!